Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.

Algonix

Algonix rappresenta l'ultima scoperta della più avanzata tecnologia nella terapia del dolore e
nella riabilitazione post-trauma ed è frutto di venti anni di studi biomedici ed ingegneristici.
Algonix è un elettroterapia transcutanea a microcorrenti, dotata di un sofisticato bio-feedback
in grado di leggere e trattare il tessuto in tempo reale.
Lo strumento utilizza una Multi-phase Digital Pulse Code Modulation Synthesis per ottenere
un'accurata misura della bio-impedenza, la successiva analisi e comparazione è affidata ad un
specifico software ad intelligenza artificiale.
E’ costituito da una consolle e da computer in grado di comunicare, tramite biofeedback guidato
da un algoritmo ad Intelligenza Artificiale, con i tessuti e con il sistema nervoso, attraverso cui,
operando una complessa analisi, si individuano le aeree deficitarie di energia per poi ristabilire il
loro naturale equilibrio fisiologico. Il metodo Algonix è basato sul riequilibrio dei potenziali
bioelettrici delle cellule del nostro corpo. E’ quindi un metodo che non interferisce e non
iperstimola in alcun modo il nostro sistema cellulare, ma semplicemente aiuta l'organismo ad
accelerare i naturali processi di guarigione.

Grazie alla possibilità di selezione delle specifiche terapie è possibile effettuare un gran
numero di trattamenti che si possono così riassumere .
Regolazione del sistema nervoso autonomico
Regolazione del sistema nervoso autonomico con eccitazione delle fibre centripete (nervi
sensoriali) passando ai nervi efferenti, cioè ai nervi motori, sistema nervoso simpatico e
parasimpatico.
Mentre i riflessi dei nervi motori non hanno grande valore clinico eccetto che nel trattamento del
dolore, i riflessi dei nervi autonomici hanno un considerevole impatto terapeutico in quanto
controllano il bilanciamento di molte funzioni dell’organismo:
- controllo del sistema circolatorio
- controllo della secrezione, assimilazione ed eliminazione dei succhi digestivi
- influenza diretta ed indiretta sulle ghiandole endocrine
- influenza sul tono muscolare, sui globuli bianchi, rossi e piastrine presenti nel sangue.
Riduzione del processo infiammatorio
L’infiammazione implica un aumento della permeabilità dei capillari con infiltrazione di siero e
plasma che portano ad ascessi e gonfiori.
Segnali elettrici nel campo fisiologico effettuano una riduzione dei processi infiltrativi,
proliferativi ed essudativi.
Riduzione dei processi degenerativi
Normalizzazione delle strutture alterate patologicamente del fluido intracellulare, riconversione

dei fluidi del tessuto gelatinoso in uno stato solubile. Anche la permeabilità capillare alterata
patologicamente torna a funzione normale. I bassi impulsi pre-programmati prevengono altresì
funzionamenti impropri del tessuto connettivo che altrimenti finirebbe in sclerosi, fibrosi, cirrosi.
Comunque in caso di variazioni patologiche avanzate non è acquisibile alcun successo
significativo.
Riduzione della spasmolisi dei muscoli lisci
Riduzione della spasmolisi dei muscoli lisci nei vasi e negli organi cavi causando stasi e
secrezione insufficiente: l’uso di frequenza sincronizzata ultra bassa elimina le aree compresse
spasticamente e ciò stimola il drenaggio dei bio-prodotti tossici.
Ripristino della polarizzazione dei nervi
La diminuzione del potenziale d’azione o l’aumento della tensione potenziale sono generati da
fattori di concentrazione ionica all’interno delle fibre nervose relativi agli ioni del fluido
interstiziale. Nel caso di perdita d’energia per nevralgia o neurite, si sviluppa una
depolarizzazione che porta a disfunzioni che possono essere annullate restituendo energia al
sistema. Anche la stasi dovuta a spasmo del tessuto locale porta a variazioni di concentrazione
ionica e quindi variazioni nell’uscita neurale.
Tonificazione delle Fibre Elastiche
Per ripristinare il potenziale delle fibre elastiche devono essere normalizzate le condizioni
elettrolitiche in queste fibre. Con l’uso d’impulsi pre-programmati ultra-bassi le fibre elastiche
delle arterie, bronchioli, bronchi, possono tornare alle normali funzioni.

Il trattamento è del tutto indolore, molto semplice e rapido. Mediamente la durata di un singolo
trattamento è di circa 10 min. e tale durata diminuisce man mano che il ciclo di applicazioni si
completa, poiché i benefici sono cumulativi.
Normalmente il paziente avverte una riduzione del dolore sin dalla prima seduta, ed attraverso
un ciclo di 4/5 sedute si ha quasi sempre la totale scomparsa del dolore.
L’Algonix è privo di qualsiasi controindicazione e di effetti collaterali, e permette la
risoluzione anche definitiva di gran parte delle patologie dolorose, limitando e
spesso eliminando del tutto la necessità dell’uso di farmaci.

 

Scarica il pdf: 

Customized by webdesigneronline.it