Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.

Ecografia transvaginale

L’ecografia ginecologica è un esame diagnostico che si esegue con una sonda transvaginale e transaddominale (ecografo) che emette ultrasuoni e che consente la visualizzazione dei genitali interni (utero e ovaie). 

L’ecografia permette al ginecologo di valutare la morfologia di utero e ovaie ed è utile nella diagnosi di fibromi uterini, cisti ovariche e polipi endometriali.

                  L’ecografia è un esame che solitamente viene effettuato con un’indicazione clinica precisa

                  (per esempio per controllare meglio un utero di volume aumentato alla visita ginecologica o delle perdite ematiche atipiche in menopausa).

                  In assenza di indicazione, può essere usata dal ginecologo ecografista come completamento della visita ginecologica

                  per dare alla paziente un miglior servizio e maggiore tranquillità.

                  È consigliata ogni 2 anni nelle donne in menopausa per il controllo dell’endometrio,

                  il tessuto interno all’utero, che non è possibile esplorare con la sola visita.

Customized by webdesigneronline.it